CERSAIE 2022 SICER

Cersaie 2022: tutte le novità della fiera a Bologna per pavimenti e rivestimenti

La 39ª edizione di Cersaie, il Salone internazionale della ceramica per l’architettura e dell’arredobagno, che si è tenuto a BolognaFiere dal 26 al 30 settembre, è stata un successo, come dimostrano i numeri divulgati. Nei quindici padiglioni del quartiere fieristico di Bologna interamente occupati, hanno esposto 624 aziende, di cui 354 del comparto piastrelle di ceramica, 88 dell’arredobagno, 183 appartenenti ai settori della posa, delle materie prime, delle nuove superfici e delle attività di servizio. Una rassegna dalla forte connotazione internazionale, confermata dai 237 espositori esteri – pari al 38% del totale – e dai 26 paesi rappresentati. Cersaie 2022 ha registrato nelle cinque giornate di fiera 91.296 presenze, con una crescita di circa il +50% rispetto all’edizione dello scorso anno, che aveva segnato uno dei primi ritorni di una grande fiera nel difficile periodo post – pandemico. Si avvicinano, quindi, i livelli del 2019, quando si erano raggiunti 112.340 ingressi. Le presenze dall’estero in questa edizione sono state 44.215, ovvero il 48,4% del totale, mentre i visitatori italiani sono stati 47.081.

“Sono convinto che gli investimenti fatti dai 624 espositori di Cersaie 2022 abbiano avuto il miglior ritorno possibile da una fiera che ha confermato la propria importanza nazionale ed internazionale presso i distributori, gli architetti, i posatori, gli operatori del real estate”, dichiara Giovanni Savorani, Presidente di Confindustria Ceramica. “La ceramica continua ad aumentare le proprie quote sui mercati internazionali grazie alle caratteristiche intrinseche del prodotto, quali salubrità, igienicità e durevolezza. L’impegno per la sostenibilità della ceramica italiana è stato il filo conduttore di tutta la manifestazione e ha avuto un concreto riscontro anche nell’incontro, svoltosi in fiera, con le istituzioni regionali e territoriali per monitorare l’andamento ed i risultati dell’accordo volontario sul contenimento delle emissioni del distretto. La transizione energetica che abbiamo avviato non deve essere vanificata dalle drammatiche conseguenze della crisi sui mercati dell’energia, che richiede urgenti interventi a livello europeo e nazionale, come abbiamo avuto modo di rappresentare ai diversi esponenti politici e delle istituzioni che sono venuti a visitarci in fiera”.

Emilio Mussini, Vicepresidente di Confindustria Ceramica alla guida delle Attività Promozionali e Fiere, ha così sintetizzato l’ampio programma di eventi che ha caratterizzato questa edizione di Cersaie. “Sono stati oltre 2.000 i partecipanti ai quattro incontri del programma ‘costruire, abitare, pensare’, 23 i Cafè della stampa tenuti in diretta streaming ed in presenza nei cinque giorni di fiera; abbiamo registrato un flusso continuo di visite alla Città della Posa. Oltre 200 operatori provenienti da Europa, Nord America e area del Golfo hanno composto la delegazione del Cersaie Business, resa possibile grazie alla preziosa collaborazione con MAECI ed ICE”.

A Cersaie 2022 tra ceramica e design

La ceramica rappresenta un materiale estremamente versatile, capace di sposare perfettamente tutti gli stili indoor e outdoor valorizzando gli spazi della casa. Una caratteristica che è stata apprezzata nell’ambito del Cersaie 2022 grazie alla molteplicità di spazi espositivi che hanno mostrato le ultime tendenze del design contraddistinte da colori vividi e atmosfera avvolgente. Nello specifico, la fiera ha offerto la possibilità di apprezzare da vicino le caratteristiche più variegate della ceramica quali forme, spessori, formati, superfici, finiture, colori e decori, applicazioni e schemi di posa, abbracciando tutte le novità del settore.

Tendenze Cersaie 2022 per pavimenti e rivestimenti ceramici

Al Cersaie la ceramica è sempre più verde e vitale. Le parole chiave dell’edizione 2022 sono state: sostenibilità, approvvigionamento delle materie prime ed energia. Fanno tendenza oltre il tema ambientale, il colore che si conferma come nelle due edizioni precedenti, il decoro che mima la natura portandola negli ambienti domestici in particolar modo, i grandi formati o quelli extra small; e ancora le combinazioni di stili diversi, il dialogo tra classico, tradizione e contemporaneità. La piastrella nel 2022 si è spinta ancora oltre creando effetti sorprendenti visivi e tattili della quale la vecchia ceramica è solo un ricordo.

Materiali e colori ispirati alla natura

Per quanto riguarda le tendenze di quest’anno nelle gamme dei materiali e colori ceramici, imperversa il tema della natura, con pattern vegetali e floreali, forme arrotondate e colori che richiamano la terra, il legno, la pietra ed effetti rustici, che ci fanno sentire al sicuro dentro le nostre case; non mancano comunque gli effetti hi-tech e qualche punta di colore acceso.

Spazio al colore al Cersaie 2022

La voglia di colore ha contagiato il mondo della ceramica invadendo i padiglioni di Cersaie 2022. È bastato fare un giro tra gli stand allestiti dai grandi brand e dalle manifatture di nicchia votate al design per scoprire come l’energia del cromatismo delle piastrelle colorate sia diventata un ingrediente prezioso per ravvivare tutti gli ambienti domestici, spaziando dal bagno al living, dalla cucina alla camera da letto, in un caleidoscopico catalogo di proposte in grado di assecondare tutti i gusti. Espressione di libertà che permette di uscire fuori dagli schemi con allegria, il colore tradotto in ceramica si esprime in una articolata gamma di differenti formati, stili e effetti di superficie che, usati con creatività, permettono di realizzare ambientazioni eclettiche e frizzanti. Spaziando dalla lastra extralarge alla dimensione del brick.

Piastrelle effetto marmo: raffinatezza senza tempo

L’effetto marmo si è confermato anche quest’anno uno dei trend più in voga.  Il gres porcellanato effetto marmo è elegante senza confronti, grintoso e versatile: una finitura davvero speciale che può essere levigata a specchio o naturale (matt), con venature espressive e nei colori in cui si ritrova questa pietra normalmente in natura. Molto più resistente del marmo naturale, il gres porcellanato effetto marmo, grazie ad un attento lavoro grafico, ripropone la profondità e l’evoluzione naturale delle sfumature originali ed è perfetto per chi ricerca l’eleganza con un tocco di modernità. Estetica ricercata, resistenza ed elevata versatilità per superfici inalterabili e che non temono il passare del tempo, rendendo tutti gli ambienti eleganti e contemporanei.

Nuove superfici per un abitare sostenibile

Le superfici che guardano al futuro non sono solamente belle da vedere, ma anche sostenibili. Diverse aziende hanno presentato al Cersaie 2022 soluzioni evolute e tecnologicamente all’avanguardia che vengono realizzate nel pieno rispetto dell’ambiente.

Le proposte di Sicer al Cersaie 2022

Sicer si conferma leader nella realizzazione di materiali per superfici ceramiche rinnovando le sue graniglie e colle digitali, grazie all’introduzione di innovative formule eco green e sostenibili, prestando particolare attenzione all’ambiente. Scopriamo insieme i prodotti presentati in occasione del Cersaie 2022.

Graniglie EVO DRY-LUX

Direttamente dalla serie GRA DRY-LUX, Sicer ha presentato EVO DRY-LUX, la nuova gamma di graniglie trasparenti per applicazioni a secco per lappatura a specchio. Grazie a questa esclusiva gamma di graniglie è possibile ottenere superfici ceramiche ultra brillanti, trasparenti, luminose, resistenti agli agenti chimici e ai graffi abrasivi. Tra queste spicca il grès porcellanato effetto marmo, una delle tendenze di questa 39° edizione: resistente, duraturo, non si altera nel tempo ed è facilmente pulibile e lavabile. Un pavimento lucido valorizza gli ambienti, aumentando visivamente lo spazio, e colpisce per brillantezza, creando spazi esclusivi e di design.

Colla a base acqua SCD3001H 

SCD3001H è la nuova colla digitale a base acqua, completamente inodore e a bassa emissione, sviluppata dal Digital R&D Lab di Sicer. È una colla dotata di tempi di asciugatura molto più lunghi delle normali colle a base solvente, consentendo l’aggrappo di quantitativi molto elevati di graniglia anche quando le tempistiche tra l’applicazione di colla e la deposizione della graniglia si allungano. Si tratta di un prodotto innovativo, progettato con l’obiettivo di ridurre al minimo le emissioni nocive nell’atmosfera. Consente, infatti, di limitare il carico organico applicato sulla piastrella e bruciato nel forno, minimizzando le emissioni di COT, aldeidi e sostanze odorigene dai camini ceramici. 

Nuove graniglie tecniche GHR 

Le graniglie e micrograniglie tecniche da pavimento della serie NEW GHR consentono la riproduzione di effetti materici di pregio con elevata resistenza agli agenti chimici e all’abrasione, garantendo comunque un ottimale sviluppo del colore della grafica digitale. Grazie a queste caratteristiche, è possibile realizzare lastre ceramiche che imitano perfettamente le pietre naturali: superfici gradevoli al tatto ed antiriflesso, marmi a specchio anche nei toni più scuri. L’ampia gamma di graniglie tecniche di Sicer è disponibile in diverse granulometrie. Le differenti tipologie sono miscibili a seconda delle specifiche esigenze del cliente.

Graniglie rinnovate e la nuova colla digitale: la combinazione perfetta per ottenere superfici con livelli naturali effetto 3D

Applicando le nuove graniglie EVO DRY-LUX o le rinnovate graniglie tecniche GHR sulla colla digitale a base acqua SCD3001H si possono riprodurre magistralmente le superfici autentiche ed irregolari di pietre o marmi.

Abbinando la nuova tecnologia 3D tech per lappatura, è inoltre possibile ottenere una finitura ancora più morbida e tenue, tipica di superfici usurate dal tempo o dal calpestio.

Il risultato di questa innovativa combinazione è infatti un prodotto di altissima qualità, caratterizzato da superfici su vari livelli, naturali e materiche con un eccezionale valore sensoriale.

DIGITAL-STRUCTURE SDS030 per infinite strutture

Un altro prodotto presentato da Sicer al Cersaie 2022 è stato STRUCTURE, una materia digitale che permette di creare su ceramica infinite strutture (legni, cementi, ecc..) con la possibilità di matching con grafiche e colori digitali.

DIGITAL-STRUCTURE SDS030 è uno strutturante/riservante che, applicato digitalmente all’inizio della linea di smaltatura, prima o dopo lo smaltobbio, non permette alle materie applicate sopra di aderire, generando così a bordo rilievi di materia. La gamma DIGITAL-STRUCTURE è dedicata a superfici antiriflesso ad alta risoluzione.

DIGITAL-STRUCTURE è presente in 2 versioni, materica o non materica.

• SDS030 Riservante (non materico): 40-50 g/m2

• SDS060 Strutturante (materico): 80 g/m2

Scopri tutti i prodotti firmati Sicer!